Le musiche per il matrimonio

Le musiche per il matrimonio

Un accompagnamento musicale serve da un lato per sottolineare i momenti salienti della cerimonia e, dall’altro per intrattenere gli invitati dopo (ma anche durante) il pranzo o la cena.

Per la cerimonia, accanto al classico organo, si possono scegliere duetti violino-oboe e violino-organo, quartetti d’archi o un gruppo di chitarre, meno impegnativo e adatto alle coppie più giovani.

Nella scelta dei brani musicali è bene consultarsi preventivamente con il parroco che celebrerà il matrimonio, perchè non tutti sono universalmente accettati durante il rito religioso. La bellissima e tanto sfruttata “Ave Maria” di Schubert, ad esempio, è tutt’oggi ritenuta da alcuni un brano eretico. Per intrattenere gli ospiti si va dai complessi che eseguono musica da camera a solisti che suonano il piano e cantano. Fra le nuove tendenze c’è anche la musica etnica  in particolare la latino-americana ma c’è anche chi si lancia nelle attualissime tarante o in spericolati karaoke che coinvolgono sia gli invitati che gli stessi sposi.

Una curiosità. La prima marcia nuziale della storia porta la firma di Richard Wagner, tratta dall’opera “Lohengrin”, essa venne scelta per accompagnare nel 1858 le nozze dell’imperatrice Vittoria con Federico Guglielmo di Prussia.

Le musiche per il matrimonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli dal blog